Il prezzo della Tesla Model 3

Il prezzo. Uno dei temi più dibattuti negli ultimi giorni. Non trattati, dibattuti. Perchè, il prezzo, è spesso un tema su cui se ne leggono tante e su cui tutti chiedono informazioni. E’ IL tema caldo. Il tema su cui, tutti e giustamente, facciamo le nostre valutazioni.

Il prezzo “originale”

Noto a tutti, il prezzo “originale” – quindi quello statunitense – è di 35.000 $. E’ una quotazione esente tasse e incentivi. Perchè? Perchè gli Stati Uniti d’America sono, appunto, più stati dove, però, la tassazione può variare. Sarebbe quindi impossibile definire un’unica quotazione americana già tassata. Stesso discorso vale per gli incentivi. Sono previsti 7500$ di contributi federali a cui, solo in alcuni casi, vanno aggiunti altri “sconti” che dipendono dai singoli stati d’appartenenza. Ad esempio, in Massachusetts c’è un contributo di 1000 $, in Colorado 6000 $ e così via.

E’ difficile, pertanto, fare paragoni, ragionamenti e valutazioni basandosi esclusivamente su 35.000 $ nudi e crudi.

La Tesla Model 3 NON costerà 30.000 Euro. Il prezzo europeo

In Italia, e non solo direi, siamo tutti abituati a valutare i beni esclusivamente sulla base di prezzi IVATI. E non possiamo pensare di fare affidamento sul puro cambio $/€. Sarebbe folle, irrazionale, profondamente sbagliato. In questi giorni, numerose testate ed autorevoli quotidiani hanno parlato di 30.000 €. Nossignori, è fondamentale essere chiari e precisi fin da subito per non alimentare sia false aspettative, sia ampie delusioni. Il prezzo americano è da “ivare” ed a meno che – per voi – l’IVA sia un onere completamente e sempre detraibile al 100%, fareste bene a considerare questo 22% aggiuntivo. Quindi, una volta per tutte: la Tesla Model 3 NON costerà 30.000 euro. A meno che Elon decida di metterci la differenza di tasca sua.

Il confronto psicologico con la Tesla Model S

Per anni (in realtà fin dall’inizio), Tesla ha parlato o inizialmente alluso al famoso modello “più economicamente raggiungibile”: la Tesla Model 3. Si tratta del coronamento del Tesla Master Plan, il percorso che Tesla ha intrapreso e con il quale poter arrivare a produrre un veicolo “di massa” (molto più di massa rispetto alla Model S). Tutto ciò, ha fatto sì che tutti, sempre, tenessero poi la Model S come metro di misura. Ovvero: “Quanto costerà la Model 3 rispetto alla Model S?” “E’ vero che la Model 3 costerà la metà della Model S?” “Quanto più piccola sarà la Model 3 rispetto alla Model S?” In poche parole, la Model S sempre presa come base di ogni paragone e confronto. E questo è avvenuto, appunto, anche sotto un profilo economico. Peccato, però, che il prezzo della Model S che tutti conosciamo (oggi 85.500 € per il modello 70D senza alcun optional aggiuntivo) sia già comprensivo di circa 15.000 € di IVA. Come poter, quindi, fare un paragone con i 35.000 $ non ivati?

Gli altri costi aggiuntivi

L’IVA è l’unica ad incidere sulla definizione del prezzo europeo? No, vi sono anche:

  • Il costo del trasporto. Perchè portare un’auto dagli Stati Uniti all’Europa ha dei costi vivi. Ecco, quindi, la necessità di aggiungere i costi di trasporto (provate voi stessi, personalmente, a comprare una Tesla negli USA e a farvela spedire qui, via nave ad esempio; tutti quelli che conosco e che ci hanno provato ci hanno anche rinunciato). Ovviamente non sono costi di cui Tesla, come qualsiasi altra azienda, può farsi carico.
  • I dazi per l’importazione, variabili da paese a paese e dal tipo di bene. Maggiori informazioni qui.
  • Altri costi minori, come quelli che eventualmente possono esserci di differenza tra due o più paesi europei.

Il prezzo stimabile

Da molto tempo a questa parte, in molti articoli, ho personalmente sempre parlato di un prezzo stimabile di 45.000 Euro. Impossibile, oggi, dire quanto possa essere corretto o meno. Sicuramente si tratta di una stima plausibile, considerando che se calcolassimo il 22% di IVA sul prezzo convertito in € con il cambio odierno, avremmo 37.500 €. Vogliamo non metterci altri 6.000 € per dazi e costi di trasporto? Approssimando, poi, per difetto alla cifra tonda di 45.000 €. Ed è il prezzo della base, perchè dalla presentazione di Elon Musk sappiamo che ci saranno vari optional a disposizione che potranno far aumentare il prezzo di almeno altri 10-12.000 €.

Il complesso di inferiorità

L’italiano è spesso pronto a frasi – come quelle seguenti – dettate dal populismo. Le citazioni che trovate di seguito, infatti, le ho raccolte a campione dai tanti commenti espressi quando sono stati annunciati i prezzi europei della Tesla Model S. Forse è fin troppo facile prevedere che commenti uguali li avremo quando Tesla annuncerà quelli della Model 3.

Il punto su cui vorrei soffermarmi è questo: non esiste alcun complotto, non è colpa del governo italiano e non c’è nessun altro misterioso motivo se i prezzi europei (europei tra l’altro, non italiani) differiscono di molto da quelli statunitensi. Si tratta esclusivamente di motivazioni pratiche, tecniche, oggettive e, se vogliamo, economico-finanziarie. Nulla di più, nulla di meno. Del resto, non ho mai sentito nessuno lamentarsi del fatto che il proprio iPhone, negli Stati Uniti, costi di meno.

my2cents

Tesla-costi-1

Tesla-costi-2

Tesla-costi-3

Tesla-costi-4

Ti sei perso tutte le informazioni sulla Tesla Model 3? Clicca qui e leggi il nostro articolo. Per rimanere aggiornato su tutte le novità riguardo la Tesla Model 3 iscriviti alla Newsletter.

By | 2016-10-15T00:03:39+00:00 4 aprile, 2016|Tesla Model 3, Tesla Motors|105 Comments

About the Author:

Fortemente appassionato di tecnologia fin dalla tenerissima età, fonda nel 2003 AreaNetworking.it, il punto di riferimento italiano per i professionisti e le aziende dell’ICT che, nel 2005, diventa anche Cisco Users Group ufficiale. Parallelamente, è Responsabile Marketing & Comunicazione in alcune aziende del settore. E’ tra i primissimi italiani a conoscere Tesla - tra il 2007 e il 2008 - supportandone e condividendone gli intenti, fondando - nel Settembre 2010 - il Tesla Club Italy, club Tesla ufficiale italiano e autorevole lume di riferimento che farà conoscere Tesla in Italia a decine di migliaia di persone. Nel 2012 ha ideato ed è stato Event Director del festival ICT, un evento nazionale da subito particolarmente apprezzato dall’intero settore con ampi consensi in termini di partecipazione e di sponsorship. A Gennaio 2013 è tra i primissimi italiani a provare una Tesla Model S, in Germania. A settembre 2015, invece, crea Tesla Revolution, il primo evento italiano dedicato ai possessori ed agli appassionati di Tesla ottenendo numerosi e importanti consensi. Dal 2015 è owner di CiscoForums.it. Partecipa ad eventi anche come relatore e speaker.