Come abbiamo sentito da più parti, al momento dallo stabilimento di Fremont escono meno Tesla Model 3 di quante dovrebbero. E per fortuna, viene da dire! Perché nonostante i ridotti volumi di produzione rispetto a quelli che saranno nei prossimi mesi, in California la Model 3 è già l’auto più venduta in assoluto, battendo rivali del calibro di BMW Serie 3 o Mercedes Classe C. A rivelarlo è un rapporto della California New Car Dealers Association sulle nuove immatricolazioni californiane nel primo trimestre di quest’anno.

C’è chi sale e c’è chi scende. Nonostante le polemiche, i ritardi e i continui attacchi da parte di molti media americani – che come avrete saputo hanno fatto scatenare l’ironia e il sarcasmo di Elon Musk che, con la sua nuova idea Pravda, è in piena polemica con alcuni giornali e siti Web d’Oltreoceano – Tesla sale. Eccome! Con una produzione alla settimana che ha da poco superato la metà rispetto a quella che dovrebbe essere (e che sarà), la Model 3 batte tutti ed è stata l’auto più immatricolata sulla West Coast nella prima parte del 2018.

Le rivali sconfitte sono di tutto rispetto: dalle già citate BMW e Mercedes, fino ad auto di altri marchi prestigiosi come Ford, Nissan, Lexus, Infiniti, Honda e Cadillac. Bene invece, seppur non al livello di Tesla, Volvo, Chrysler, Jeep e Audi. Una crescita repentina e importante, quella delle vendite di Model 3 che, stando al continuo aumento della produzione nella Tesla Factory di Fremont, si prevede possa crescere a livello esponenziale in questi prossimi mesi.

Tesla Model 3 è l’auto più venduta in California, non a caso il primo stato in cui sono partite le consegne. Va da sé che questo risultato può essere raggiunto mano a mano nelle altre regioni in cui le consegne aumentano (in questo momento il resto degli USA e il Canada). Ma quanti sono stati di preciso gli esemplari venduti tra San Francisco e Los Angeles? La California New Car Dealers Association parla di 3.723 registrazioni tra gennaio e marzo, vale a dire il 14,3% del segmento “near luxury”. Seguono appunto Mercedes Classe C e BMW Serie 3, rispettivamente con 3.323 e 3.260 auto immatricolate.

La produzione di Model 3, secondo quanto rivelato da Electrek diffondendo una mail di Elon Musk indirizzata agli impiegati di Tesla, dovrebbe avere già passato le 500 unità al giorno a metà maggio. Ciò significa 3.500 esemplari alla settimana: una cifra ancora lontana dalle 5mila alla settimana necessarie a non far attendere tempi eccessivamente lunghi agli oltre 450mila che ne hanno prenotata una con più o meno largo anticipo. Ma di sicuro sufficienti a farla balzare già in testa alle classifiche della auto più vendute.

Piaccia o meno agli hater di Tesla e della mobilità elettrica in generale, i numeri non mentono, e nei prossimi mesi ne vedremo di eclatanti.