Se c’è una concorrente della Tesla Model 3, questa è sicuramente la Bmw Serie 3: regina indiscussa fino a oggi del suo segmento, la tedesca sta già subendo perdite nelle vendite In Usa e Canada. Sono i contraccolpi di una produzione che, come abbiamo visto, permette finalmente a Tesla di sfornare un numero di auto tale da soddisfare la richiesta globale. Chi vincerà questa sfida? A livello di vendite sembra appunto facile prevederlo; a livello di prestazioni, per quanto possa avere senso fare un confronto diretto tra un’auto elettrica ed una con motore a scoppio, se ne può parlare. Anche se, diciamolo, la coppia dell’elettrico, il suo bisogno quasi nullo di manutenzione, il fatto di essere a zero emissioni ecc. non aiutano i supporter dell’endotermico.

Ad ammetterlo sulle pagine di Bloomberg all’inizio di ottobre è stato nientepopodimeno che l’amministratore delegato di Bmw North America, Bernhard Kuhnt: “Tesla sta aumentando i volumi e sta facendo pressione su quel segmento di mercato”. Tradotto: adesso che ci sono abbastanza Model 3 disponibili, la Bmw Serie 3 vende meno. E gli va già, bene visto che Bmw ha comunque incrementato le sue vendite in Nord America, a differenza di Mercedes o Lexus, che negli scorsi mesi hanno visto invece importanti cali di vendite nel mercato Usa.

E le domande sui perché di questa debacle annunciata della berlina tedesca sorgono spontanee: di chi è la colpa, se la si deve cercare? Di Tesla che offre al mercato un’auto fatta bene, sicura come mai si è visto prima, con livelli tecnologici elevatissimi e pure ad emissioni zero; o Bmw che, come le sue cugine tedesche, ha accumulato ritardi nello sviluppo di modelli full-electric tali da subire adesso un calo nelle vendite che, se gli andrà bene, durerà ancora tre anni? Un modello elettrico per competere in quel segmento Bmw lo prevede solo per il 2021. Nel frattempo se continua così Tesla può davvero accumulare un vantaggio notevole.

In Europa e in Germania, grazie alle azioni di lobbying dei maggiori costruttori e a ritardi culturali in gran parte del vecchio continente che permettono di rinviare la transizione elettrica, i marchi tedeschi (e italiani) possono illudersi ancora per un po’ di non iniziare a mettere in soffitta il motore a combustione interna. Ma in Nord America e soprattutto Cina la solfa sta velocemente cambiando, e se non si vuole restare irrimediabilmente indietro è meglio adeguarsi al cambiamento.

Del resto, Elon Musk lo aveva detto fin dal principio: la Model 3 farà diminuire le vendite di cinque modelli di auto in particolare: Toyota Prius, Honda Accord e Civic, Nissan Leaf e appunto Bmw Serie 3. Ma se con le prime quattro la rivalità arriva fino a un certo punto, con la sedan bavarese è stata accesa fin da prima della nascita della Model 3 stessa. Non solo a livello di quote di mercato, ma anche di prestazioni. Anche su questo Elon è stato sempre molto esplicito, affermando sin dal momento del suo lancio che la versione Performance della Model 3 sarebbe stata del 15% più veloce di una Bmw M3 (la versione sportiva della Serie 3) e con una migliore maneggevolezza: “Batterà qualsiasi veicolo nella sua categoria in pista”, aveva affermato Musk.

E così, c’è chi ha pensato bene di mettere davvero a confronto le due M3 rivali. Purtroppo non in pista, dove avrebbe un po’ più senso farlo, ma in rettilineo per una drag race di quelle che vanno tanto su Youtube di questi tempi. Tesla Model 3 Dual Motor Performance vs Bmw M3: potenza simile, stesso segmento, motori diversi. L’esito delle “gare” tra le due lo potete immaginare, ma se volete gustarvi la superiorità del motore elettrico su quello a benzina, ecco qui sotto il video. (Al minuto 06:00 un’altra chicca: Tesla Model 3 Dual Motor Performance contro una McLaren 720S – si accettano scommesse).