Please follow and like us:

Se il progresso in campo automobilistico prende forma grazie alle novità presentate dalle case produttrici negli ultimi tempi, si può affermare che questo assuma un colore ben specifico: il verde. “Green” come eco-sostenibilità ed attenzione per l’ambiente, come atto di rispetto nei confronti della natura e dei nostri figli ma soprattutto come risparmio. Sembrerà quasi un controsenso, viste le abitudini che la nostra società ha assunto nel corso degli anni, ma inquinare costa più che avere un occhio di riguardo per l’ambiente.

I nuovi veicoli a zero emissioni consentono un risparmio sotto tanti punti di vista, a partire dai costi relativi al carburante, che vengono ridotti in modo cospicuo dall’adozione delle nuove tecnologie. L’avvento dei veicoli ibridi ha lanciato il primo segnale già nel 1997, quando Toyota immise sul mercato la sua Prius, affiancando al tradizionale motore a scoppio uno elettrico, che interagivano automaticamente a seconda delle esigenze di potenza richieste. Un passo in avanti che ha segnato l’inizio di un’era, un rinnovamento ancora in atto che sta finalmente spostando l’attenzione sui problemi ecologici responsabilizzando gli automobilisti. La vera svolta però è arrivata con i veicoli elettrici, specialmente le moto e gli scooter, adatti a sfrecciare nel traffico delle metropoli.

Anche in questo settore gli incentivi non mancano di certo, da quelli statali agli sconti previsti dalle compagnie assicurative, una fetta d’utenza crescente si è avvicinata ai nuovi modelli con gran decisione. Sull’onda del successo incontrastato che le assicurazioni online stanno riscuotendo nell’ultimo, periodo i costi delle polizze si sono ulteriormente abbassati, grazie anche al supporto fornito dai siti di comparazione online: clicca qui per scoprire come scegliere e risparmiare sulla migliore assicurazione online per la moto, ad esempio, grazie al pratico form che offre l’opportunità di poter effettuare più preventivi gratuiti per scegliere l’opzione assicurativa più economica. Inoltre con l’approvazione del Decreto Sviluppo proposto dal governo Monti, lo Stato Italiano ha stanziato ben 420 milioni di euro da destinare ai nuovi acquirenti di veicoli ad impatto zero. Il bonus può arrivare a coprire fino al 20% dell’importo totale, per un massimo di 5mila euro, e varia a seconda della quantità di Co2 immessa nell’atmosfera: insomma, più il veicolo è “green” e più si risparmia.

Anche per questo motivo le case produttrici si sono ingegnate a sfornare una quantità impressionante di veicoli ecologici, in grado di sostituire in tutto e per tutto i tradizionali mezzi a combustione. Alcune di queste novità si sono potute ammirare al Salone di Ginevra, conclusosi il mese scorso, che ha portato all’assegnazione del titolo di auto dell’anno 2014. A trionfare è stata la Peugeot 308, sbaragliando l’agguerrita concorrenza con i suoi 307 voti, a fronte dei 223 conquistati dalla BMW i3, giunta al secondo posto. La medaglia di bronzo è spettata alla Tesla Model S, nonostante in tanti l’abbiano incoronata come vincitrice morale dell’esibizione. Si, perché la “supercar” elettrica prodotta da Tesla Motors rappresenta il futuro, con prestazioni da far impallidire le consuete berline a benzina ed un’autonomia senza precedenti nel settore.

Coloro i quali hanno sempre pensato che scegliere una propulsione elettrica significasse rinunciare alle prestazioni, non hanno fatto i conti con la nuova Tesla Model S. Da zero a cento in soli 4,4 secondi, motore completamente elettrico con un’autonomia che supera i 500 chilometri e tre differenti versioni: una con batteria da 60kWh, e due da 85kWh tra cui quella “performance”, in grado di sprigionare più energia rispetto alle sorelle minori, fornendo performance migliori. Queste berline possono raggiungere una velocità di punta che va dai 190 km/h del modello da 60kWh ai 210 delle altre due, mentre la batteria è garantita a chilometraggio illimitato per ben otto anni.

Che dire degli interni, con una tecnologia da urlo grazie al computer di bordo posto sula plancia centrale, dotato di monitor touchscreen da 17 pollici. Il suo designer, Elon Musk, ha conferito alla Tesla Model S delle linee sportive e rotondeggianti di indiscussa bellezza, degne della sua importante firma. Sebbene questo gioiello sia stato capace di raggiungere soltanto la terza piazza, possiamo star certi che il suo successo nel mercato automobilistico non tarderà a riconoscerne i meriti.