Please follow and like us:

Superarsi. Superarsi ogni volta. Anche nel keynote di poche ore fa Elon Musk ha annunciato succulenti novità. Se la Tesla Model S P85D fino ad ora dava il meglio di se con l’Insane Mode (modalità pazza/insana), da oggi avrà una nuova modalità: la Ludicrous Mode (e Ludricrous in inglese significa ridicolo… ndr). Tale modalità spingerà la P85D da 0 a 100 km/h in 3 secondi (e non 2.8 come molti stanno dicendo; ricordo che i 2.8s fanno riferimento ai 0-60 in miglia orarie). Oggettivamente non è uno scostamento molto alto rispetto ai precedenti 3,3s ma quando si è su questi ordini di grandezza anche pochissimi decimi di secondo sono in realtà molto significativi.

Tale modalità sarà disponibile a pagamento sia per coloro già in possesso della P85D, sia per i nuovi acquisti. 10k $ per le nuove macchine, 5k $ come pacchetto upgrade su quelle già esistenti). Non si tratta infatti di un semplice upgrade software (modalità invece tramite la quale Tesla ha sempre rilasciato miglioramenti gratuiti abbassando il tempo dello 0-100) bensì una modifica hardware necessaria per raggiungere questa nuova capacità di accelerazione. E’ evidente quindi come Tesla non si focalizzi “solo” sulle nuove vendite ma anche sulle continue possibilità di upselling su coloro che sono già clienti.

Tale potenza aggiuntiva è data da ulteriori 72 cavalli, pronti a correre e trainare attivando la modalità che, di fatto, renderà ridicola l’accelerazione di altre supercar pronte a tentare il sorpasso.

Altre novità

In realtà vi sono altre due news, forse oscurate dalla prima, che meritano però tutto l’apprezzamento:

  • 1) Una nuova “motorizzazione”: la Tesla Model S 70 (senza la D, quindi un motore e 70 kWh di batteria) per un prezzo di 70k $.
  • 2) Un pacco batteria, disponibile per le 85 kWh, di 90 kWh (che a quanto pare sarà disponibile anche come upgrade per gli attuali owners (e qui torniamo alla strategia di upselling). Il costo in tal caso sarà di 3000 $.

Probabilmente possiamo definire queste due novità relativamente poco influenti se contiamo la poca autonomia aggiuntiva che i 5kWh comportano (circa un 5% in più). La Tesla Model S 70, invece, probabilmente rappresenta la possibilità di avere una macchina a trazione integrale ad un prezzo leggermente inferiore.

Tutte queste novità portano, nelle varie combinazioni, ad avere un alto numero di varianti: 70, 70D, 85, P85, 85D, P85D, 90, 90D e P90D.

In realtà c’è un’ulteriore novità ricitata in tale keynote (ma che in realtà in parte già si sapeva). Ne parleremo, però, nel prossimo articolo. Per rimanere aggiornato sull’evolversi delle news, iscriviti alla nostra newsletter.