Il primo trimestre del 2019 non è stato facile per Tesla, se non altro per qualche difficoltà nella consegna delle decine di migliaia di Model 3 acquistate in tutto il mondo. Ciononostante, la casa californiana è sempre la numero uno tra i suoi rivali per vari motivi. Uno su tutti: la capacità delle sue batterie. Solamente nel mese di marzo 2019, infatti, Tesla ha superato in questo senso tutti i suoi concorrenti internazionali, tra cui anche i produttori di auto elettriche in Cina, spesso avvantaggiati da aiuti governativi.

A mettere Tesla in testa alla classifica è stata la Adamas Intelligence, che tiene traccia della capacità delle batterie dei veicoli elettrici e dei metalli utilizzati. Lo studio di questa compagnia ha preso in considerazione tutti i veicoli elettrici venduti in oltre 80 Paesi di tutto il mondo, rappresentando circa il 90% del mercato mondiale delle auto elettriche. Secondo il rapporto della società di Toronto, Tesla è molto avanti rispetto alla concorrenza quando si tratta di potenza delle batterie in Megawattora (MWh).

Come si vede dal grafico qui sopra, Tesla domina i suoi rivali con numeri impressionanti sia negli Stati Uniti che in Europa, battendo anche 486 produttori di veicoli elettrici in Cina. Questi includono BYD, marchio sostenuto dal miliardario Warren Buffett, e BJEV, il marchio di auto elettriche del produttore automobilistico statale BAIC. Tesla ha battuto BYD due a uno per MWh, mentre ha dominato su BJEV di quattro volte, nonostante il produttore di EV abbia avuto il supporto diretto da Pechino.

Con i suoi 2,889 MWh, la potenza delle batterie di Tesla è vicina ad eguagliare il totale complessivo dei suoi concorrenti al di fuori della lista Top 10 di Adamas, che riguarda grandi marchi come Ford, Mercedes-Benz e Volkswagen. Va anche notato che le cifre dei concorrenti di Tesla considerano batterie installate su veicoli ibridi, rendendo ancora più notevoli le prestazioni del primo produttore di auto elettriche della Silicon Valley.

C’è da dire che Tesla è stata in grado di distribuire 2.889 MWh di energia in batterie per auto elettriche proprio durante un mese in cui la distribuzione di batterie per i suoi veicoli di punta, la Model S e la Model X, avevano subito un calo di oltre il 40%. In seguito a miglioramenti recenti effettuati alla sedan e al SUV, però, si prevede per i prossimi mesi un aumento anche di queste.

Tesla ora sta diffondendo la sua Model 3 in più Paesi, mentre della Model Y si prevede l’inizio di produzione l’anno prossimo. Arriveranno presto anche altre auto di grandi dimensioni come il pickup Tesla, il camion elettrico Tesla Semi, insieme a supercar come la nuova Roadster, che porteranno inevitabilmente le batterie di Tesla a raggiungere livelli ancora più alti nel prossimo futuro.