Un’ottima notizia per Tesla, Elon Musk e soprattutto tutti i Tesla Owner che già possiedono o, come nel caso di quelli italiani, sono in attesa di una Model 3: la “piccola” sedan di Palo Alto è stata promossa a pieni voti nei test di sicurezza condotti dalla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) americana. Un successo che continua la tradizione di casa Tesla, già premiata in questo senso sia con la Model S nel 2013 che con la Model X, considerata lo scorso anno sempre dalla NHTSA come “Il SUV più sicuro mai visto in circolazione”.

Pieni voti in ogni categoria e sottocategoria

L’ente per la sicurezza statunitense ha diffuso oggi le sue valutazioni sulla Model 3 e i risultati sono a dir poco sbalorditivi: 5 stelle, il massimo ottenibile, in tutte le prove sostenute, ma anche in ogni categoria e sottocategoria. Urto frontale, laterale, capottamento, scontro con oggetti in movimento o statici come pali e alberi: non c’è una sola situazione, secondo la NHTSA, per cui su qualunque sedile si sia seduti all’interno di una Tesla Model 3 non si sia in condizioni di totale sicurezza. Il tutto, ci sembra doveroso aggiungere, senza neppure considerare i vantaggi di un eventuale uso dell’Autopilot, che come sappiamo il livello di sicurezza lo aumenta ulteriormente.

Non succede tutti i giorni che un’auto raggiunga il punteggio pieno in questo modo, e vedere che la nuova Tesla, dopo tutto il fango ricevuto per il “Production Hell” che ne ha caratterizzato il primo anno di produzione, dopo i video scandalistici che hanno fatto girare per il mondo immagini di Tesla in fiamme, dopo i dubbi sollevati da suoi “de-trattori” appunto sulla sicurezza di quest’auto proprio a causa dei ritardi accumulati e dei serrati ritmi di produzione, fa ancora più piacere vederle raggiungere questi traguardi.

Concorrenza sbaragliata (ancora)

Il risultati sulla sicurezza della Tesla Model 3 sono stati diffusi oggi dalla NHTSA, a pochi mesi di distanza da quelli ottenuti dalla sua più diretta concorrente, almeno nel mercato USA: la Chevy Bolt. Ma mentre questa ha ottenuto cinque stelle in tutte le categorie, ha invece ottenuto questo risultato solamente nella metà delle sottocategorie.

Se volete approfondire, vedendo di preciso tutte le prove a cui è stata sottoposta la Model 3 per queste valutazioni, visitate il sito della National Highway Traffic Safety Administration. Farete un bagno di stelle che non vi scorderete più. Se invece volete farvi del male vedendo questi gioielli della mobilità elettrica distrutti (per un’ottima causa, ovviamente) dai vari test, ecco qui i video delle prove.

Buona visione!